Ce la fa come si scrive

Ce la fa come si scrive

Remix della fortuna

“Get It On” è una canzone del gruppo rock inglese T. Rex, contenuta nell’album Electric Warrior del 1971. Scritta dal frontman Marc Bolan, “Get It On” è stata la seconda canzone dei T. Rex nella UK Singles Chart. Negli Stati Uniti fu reintitolata “Bang a Gong (Get It On)” per evitare confusione con l’omonima canzone del gruppo Chase.[3]

In seguito al successo del singolo dei T. Rex, “Hot Love”, la band intraprese un tour negli Stati Uniti. Mentre si trovava a New York nel marzo del 1971, Bolan chiese al batterista Bill Legend di aiutarlo a creare dei pattern di batteria per un’idea di canzone che sarebbe poi diventata “Get It On”.[4] Bolan affermò di aver scritto la canzone per il desiderio di registrare “Little Queenie” di Chuck Berry e disse che il riff era stato preso dal brano di Berry. In effetti, un verso leggermente modificato (And meanwhile, I’m still thinking) di “Little Queenie” viene pronunciato alla fine di “Get It On”.[5] Secondo il produttore Tony Visconti, questo verso era un ad-lib non scritto da Bolan durante la registrazione.[4]

Questa fu la canzone che virtualmente pose fine all’amicizia, un tempo solida, tra Bolan e John Peel, dopo che Peel chiarì la sua mancanza di entusiasmo per la canzone in onda dopo aver ascoltato la sua copia anticipata dell’etichetta bianca. Bolan e Peel si parlarono solo un’altra volta prima della morte del primo nel 1977.[6][7]

  A quale domanda risponde il complemento di modo

Daft punk – video di Get Lucky

Molti strumenti informatici, come il controllo ortografico del vostro elaboratore di testi o Grammarly, possono aiutarvi a trovare e correggere semplici errori di ortografia e grammatica. Questi strumenti non sono perfetti, ma possono aiutare anche gli scrittori più esperti a evitare errori. Prendete nota di tutte le parole o frasi evidenziate di frequente, in modo da poter evitare gli stessi errori in futuro.

4. Chiedete un feedback: che stiate scrivendo e-mail o saggi, chiedere un feedback è un ottimo modo per vedere come qualcuno, oltre a voi, interpreterà il vostro testo. Avete un’idea di ciò su cui vorreste che il vostro correttore si concentrasse: la struttura, la conclusione, la persuasività di un’argomentazione o altro. Rivolgetevi a un amico fidato, a un familiare, a un collega o a un insegnante. Se siete studenti, la vostra scuola potrebbe avere un centro di risorse per la scrittura a cui potete rivolgervi. Potreste anche pensare di formare un gruppo di scrittura o di partecipare a un corso di scrittura. Trovate corsi di scrittura online, presso l’università locale o presso laboratori di scrittura indipendenti nella vostra città.

Testi di fortuna

Anytime vs. Any Time-What’s the Difference?Marko TicakAggiornato il 30 settembre 2022GrammaticaUn secolo fa, era consuetudine scrivere any time come due parole in tutti i contesti. Oggi, invece, è perfettamente accettabile scrivere anytime come una sola parola quando lo si usa come avverbio. Tuttavia, alcuni lettori lo considerano ancora un casualismo, quindi è meglio attenersi alla versione con due parole per gli scritti estremamente formali.

  La spedizione è in transito presso centro operativo postale

Se non siete sicuri di usare anytime come avverbio, provate a sostituirlo con un altro avverbio come “quickly” o “loudly”. La mia nuova bicicletta mi permette di andare ovunque velocemente. Se l’avverbio funziona, allora va bene che anytime sia una parola. Si può anche fare due parole, ma per alcuni lettori sembrerà antiquato o più formale.

Vai su

Lettura critica significa che un lettore applica determinati processi, modelli, domande e teorie che portano a una maggiore chiarezza e comprensione. Una lettura critica comporta un impegno maggiore, sia in termini di sforzo che di comprensione, rispetto a una semplice “scrematura” del testo. Qual è la differenza? Se un lettore “sfiora” il testo, le caratteristiche e le informazioni superficiali si fermano al lettore. Una lettura critica arriva alla “struttura profonda” (se esiste una cosa del genere al di là del testo superficiale!), cioè alla coerenza logica, al tono, all’organizzazione e a una serie di altri termini dal suono molto importante.

Dopo tutto, gli autori progettano i testi per un pubblico specifico, e diventare un membro del pubblico di riferimento rende più facile raggiungere lo scopo dell’autore. Imparate a conoscere l’autore, la storia dell’autore e del testo, il pubblico previsto dall’autore; leggete le introduzioni e le note.

  Quanto è un cucchiaio di olio

I lettori critici cercano la conoscenza, non “riscrivono” un’opera per adattarla alla propria personalità. Il vostro compito di lettore critico illuminato è quello di leggere ciò che c’è sulla pagina, dando allo scrittore una giusta possibilità di sviluppare le idee e permettendovi di riflettere in modo riflessivo e obiettivo sul testo.

Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines de afiliación y para mostrarte publicidad relacionada con sus preferencias en base a un perfil elaborado a partir de tus hábitos de navegación. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad