Come fare diminuire il ciclo

Come fare diminuire il ciclo

Studio di caso sulla riduzione dei tempi di ciclo

Il ciclo del capitale è il tempo che intercorre tra l’esborso per l’acquisto di un bene e il momento in cui si riceve il pagamento per la sua vendita. Durante il processo di acquisto-vendita, il capitale viene impiegato per pagare, tra l’altro, la produzione del prodotto, le ispezioni, il trasporto, i dazi doganali, il trasporto, lo stoccaggio e la pubblicità.

Questi costi si sommano fino alla vendita del prodotto. E anche dopo, si deve ancora ricevere l’incasso effettivo, che può richiedere settimane (ad esempio, se il cliente ha pagato con una carta di credito o se si è venduto tramite un negozio di terzi). La possibilità di operare con un ciclo di capitale più breve è fondamentale per il successo di qualsiasi azienda.

Immaginate un’azienda con un ciclo di capitale di 180 giorni. Ora immaginate la stessa azienda con 90 giorni. La seconda azienda è in grado di generare un margine annuale pari a 2,4 volte quello della prima con lo stesso capitale impiegato.

Il calcolo è facile. Considerate che la vendita al dettaglio è una macchina che utilizza i prodotti per generare margine: da una parte si immette il prodotto e dall’altra si ricevono i costi più il margine. Più si fa funzionare questa macchina, più capitale si genera.

Riduzione della MMR – La frontiera del ciclo

Ritengo che il tempo di ciclo sia una delle metriche più sottovalutate dai product manager. Migliorare il tempo di ciclo porta a una consegna più fluida, a una maggiore efficienza, a un apprendimento più rapido e, a lungo termine, a un prodotto migliore.

Anche se qualcuno potrebbe obiettare che il monitoraggio di una consegna regolare è una responsabilità del team o del project manager, la realtà è che in molte aziende il product manager indossa sia il cappello del prodotto che quello della consegna.

  Quanto rimane la coca nel capello

Non si vuole che gli sviluppatori codifichino ogni volta lo stesso pulsante da zero. Costruire nuove pagine a partire dai componenti è come usare i blocchi Lego. Tutto è già presente. Basta collegarli correttamente per costruire la figura desiderata.

Una tattica che ha funzionato bene nei miei team è stata la creazione di due o tre slot per la revisione del codice durante la giornata. Ho chiesto ai team di controllare il repository e di affrontare qualsiasi processo di revisione del codice almeno all’inizio della giornata e dopo la pausa pranzo.

Il numero di commenti è di solito elevato quando il team si sta ambientando e sta imparando a codificare insieme, ma con il tempo dovrebbe essere ridotto al minimo. La dimensione della richiesta è il fattore più significativo. Se ci sono 50 commenti in una PR, probabilmente si tratta di una PR grande e malsana.

Migliore guida all’ottimizzazione | MAX FPS | Il ciclo: Frontiera

Nella logistica il tempo è fondamentale. Il tempo di ciclo di un’azienda è un processo significativo e complesso che va dal momento in cui un fornitore vi spedisce i materiali fino al momento in cui spedite il prodotto finale al cliente.

Il tempo di ciclo misura il numero di unità di prodotto ricevute, prodotte e spedite in un determinato periodo di tempo e indica l’efficienza generale della catena di approvvigionamento. Il tempo di ciclo di un’azienda è composto da diverse parti collegate tra loro:

Un tempo di ciclo lungo o esteso mette alla prova la capacità di un’azienda di convertire i costi di produzione in profitti. Un tempo di ciclo breve mantiene una catena di fornitura efficiente e agile. Una perdita di produttività significa spreco di risorse, costi aggiuntivi, esperienze negative per i clienti e minore successo sul mercato.

  Come far diminuire il ciclo

L’utilizzo del tempo di ciclo come parametro di performance può rivelare informazioni sui processi efficienti e inefficienti della supply chain. I fattori interni ed esterni contribuiscono alla lunghezza del tempo di ciclo. Alcuni dei fattori controllabili per migliorare il tempo di ciclo sono i vincoli di capacità, la manodopera, la congestione produttiva, l’eccesso di scorte, la qualità del prodotto, la flessibilità e la gestione dei tempi.

La Frontiera del Ciclo – Come potenziare gli FPS e i

Come ridurre il tempo di ciclo? È una domanda importante, soprattutto perché la riduzione del tempo di ciclo è probabilmente il Santo Graal dello sviluppo software. In generale, un miglioramento di quasi tutte le metriche di sviluppo del software dovrebbe migliorare il tempo di ciclo. È una buona metrica a volo d’uccello per valutare l’operato dei responsabili dell’ingegneria e dei team. Il tempo di ciclo è così importante che vale la pena esserne ossessionati. I nanosecondi contano, basta chiedere al NYSE. Poiché viviamo in media solo 2,5 quintilioni di nanosecondi, un manager DevOps saggio li fa contare tutti!

Il tempo di ciclo, per i nostri scopi, è il tempo che intercorre tra l’inizio e la fine del lavoro su un’attività. Non include il tempo in cui un’attività è rimasta in coda in attesa di essere avviata. Per approfondire il ruolo del tempo di ciclo, consultate il nostro precedente articolo sul tempo di ciclo in relazione al lead e al takt time.

Ogni miglioramento convalidato del tempo di ciclo offre il potenziale per migliorare ulteriormente il tempo di ciclo. In questo contesto, la convalida serve a sottolineare che, come consigliava il nostro CEO Renata Pataki, “un miglioramento in qualsiasi altra metrica che comporti una diminuzione della qualità non è un miglioramento”. Il miglioramento della qualità è sempre il controllo per convalidare qualsiasi cambiamento nel processo. Detto questo, il miglioramento del tempo di ciclo si traduce in:Altri due elementi dovrebbero essere inerenti a questo processo generale: gli sforzi per migliorare la collaborazione tra i team e la crescita continua delle competenze. Queste due componenti sono davvero al centro del processo e sono integrate in esso con standup quotidiani, revisioni del codice, mentoring e retrospettive.Aiuta a fare un passo indietro dalle linee di codice per vedere quanto sia bello il quadro generale e come tutto si incastri. Sì, sì, la resistenza è inutile.

  Contratto di lavoro per badante convivente
Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines de afiliación y para mostrarte publicidad relacionada con sus preferencias en base a un perfil elaborado a partir de tus hábitos de navegación. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad