Muffa bicarbonato e acqua ossigenata

Muffa bicarbonato e acqua ossigenata

Aceto vs. perossido di idrogeno per la muffa

Si può usare anche sui tessuti: basta applicarlo direttamente sul materiale e lasciarlo riposare un paio di minuti prima di lavarlo. Per le vasche da bagno e altre superfici, assicuratevi di sciacquare e asciugare accuratamente l’area.

È più che probabile, tuttavia, che sia necessario un detergente più forte per eliminare completamente i problemi di muffa. Per i problemi più leggeri, come macchie nere o odori sgradevoli, provate l’acqua ossigenata: funziona!

Supponiamo che non abbiate a disposizione l’acqua ossigenata. In questo caso, è possibile preparare un sostituto efficace mescolando acqua e bicarbonato di sodio (fino a formare una pasta). Anche questa soluzione funziona efficacemente per eliminare le spore della muffa.

Il perossido di idrogeno uccide la muffa sul calcestruzzo

Sebbene questi tipi di prodotti possano essere efficaci nell’eliminare la muffa, lo sono solo quando si riconoscono i primi segni di formazione della muffa e si riesce a prevenirne lo sviluppo. Oltre a eliminare la muffa visibile, è necessario eliminare anche la fonte di umidità che ne ha permesso la comparsa. Per molte persone, anche se il fai-da-te può essere un’opzione per rimuovere la muffa, spesso viene fatto in modo incompleto, fornendo solo una soluzione temporanea al problema della muffa.

La candeggina uccide virtualmente ogni specie di muffa interna con cui viene a contatto, comprese le spore di muffa, lasciando una superficie igienizzata e resistente alla futura crescita di muffa. Tuttavia, la candeggina è efficace solo se la muffa cresce su materiali non porosi come piastrelle, vasche da bagno, vetro e piani di lavoro.

  Sindrome di rebecca che malattia è

La candeggina non è in grado di penetrare nei materiali porosi come il legno e i muri a secco, quindi non può eliminare la muffa che cresce sotto la superficie di questi materiali. Se si usa la candeggina per eliminare la muffa su queste superfici, si eliminerà solo la muffa sopra la superficie. Non sarà in grado di raggiungere la muffa all’interno del materiale e la muffa tornerà presto.

Perossido di idrogeno al 35% per la rimozione della muffa

Quando le macchie nere iniziano a comparire su piastrelle, pareti e tessuti, si sa che c’è un problema: la muffa, un fungo ostinato che ama colonizzare i luoghi bui e umidi. Quando la stagione calda porta livelli di umidità più elevati in molte aree della casa, la muffa può andare fuori controllo. Ma non è necessario ricorrere alla candeggina o ad altre soluzioni tossiche per mantenere la casa libera dalla muffa. Ecco come eliminare la muffa in modo naturale.

L’aria fresca e l’esposizione diretta alla luce del sole eliminano la muffa, quindi i capi d’abbigliamento portatili come gli abiti possono essere appesi a uno stendibiancheria o messi all’aperto. Assicuratevi però di portarli all’interno prima della pioggia, che può peggiorare il problema per i capi non lavabili.

Se il bagno o la cantina ammuffiti hanno una finestra, apritela e mettete un ventilatore all’interno della finestra per far circolare l’aria e far entrare la luce. Quindi, preparatevi ad attaccare la muffa con soluzioni naturali come aceto, perossido di idrogeno, olio di tea tree e bicarbonato di sodio.

  Da che cosa che complemento è

L’aceto bianco è un killer sicuro, naturale e molto efficace contro la muffa. Secondo uno studio condotto da un microbiologo di Good Housekeeping, l’aceto è efficace al 90% contro le muffe e al 99,9% contro i batteri.

Muffa nera da perossido di idrogeno

Questo articolo può contenere link di affiliazione. Ciò significa che, senza alcun costo aggiuntivo per voi, guadagneremo una commissione se cliccate e fate un acquisto. Questo ci aiuta a coprire i nostri costi e a mantenere in vita questo sito. Grazie!

Se nel vostro scantinato c’è un odore stantio e di muffa, è possibile che ci sia una piccola perdita d’acqua. Insieme a una scarsa ventilazione, l’acqua stagnante può portare rapidamente alla formazione di muffa. Queste fastidiose spore di muffa amano anche stare sul soffitto e sulle pareti dei bagni poco ventilati.

Non solo creano macchie piuttosto brutte e spesso puzzolenti, ma la muffa può anche essere molto pericolosa. Respirarla o strofinarsi contro di essa può causare eruzioni cutanee, nausea, allergie, attacchi d’asma e altri gravi problemi di salute.

La muffa è abbastanza facile da eliminare su superfici lisce come le piastrelle. Ma può essere più difficile quando si nasconde nelle superfici porose di legno, moquette e cartongesso. Quindi, mentre la candeggina è molto efficace nell’uccidere le spore della muffa. (l’ingrediente attivo della maggior parte degli spray antimuffa), non può penetrare nelle superfici porose. La candeggina produce inoltre fumi tossici che possono essere dannosi da inalare quanto la muffa stessa.

  Miglior calciatore italiano di tutti i tempi
Esta web utiliza cookies propias y de terceros para su correcto funcionamiento y para fines de afiliación y para mostrarte publicidad relacionada con sus preferencias en base a un perfil elaborado a partir de tus hábitos de navegación. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad